Per un agro capace di futuro. Quali pratiche per l’ambiente e lo sviluppo tra disoccupazione, precarietà e diritti negati nel nostro territorio

Condividi:

Loading

intervento di Alex Zanotelli

Martedi 15 giugno 2004 Nocera Inferiore (SA). Atti dell’ incontro pubblico

Buonasera…grazie davvero per questa possibilità.Penso che sono momenti davvero importanti questi in cui ragionare insieme… vedete non ci sono più i luoghi per riflettere insieme; una volta c’erano i partiti, c’erano i partiti e dentro c’erano le sezioni dei partiti dove potevate discutere… anche con la vostra ideologia… almeno discutevate; c’erano le scuole di politica… non c’è più nulla. Sparito tutto,… e penso che uno degli scopi fondamentali oggi, dovrebbe essere proprio questo: dare la possibilità alla gente di ritrovarsi, di riflettere, di pensare, di dibattere… perché guardate che se questo non avviene… non ce la faremo.Tenete presente come siamo incapsulati; già ognuno di noi è prigioniero del suo bozzolo. Se voi pensate che ogni psicologo e psichiatra ti dice che quando siete nati, al 90% alla nascita siete già fregati… siete già fatti,… al 90%. Pensate che razza di condizionamenti abbiamo: la famiglia in cui nasci, l’ideologia, la religione. È chiaro che tutta questa roba pesa; e al 90% quello che noi pensiamo siano decisioni libere… sono già fatte. Provate a pensare quello che questo significa nel nocciolo.Sapete quante ore l’italiano medio spende davanti al televisore? Quante?sapete quali sono le medie nazionali? …quante? cinque,sei? Negli Stati Uniti vanno da 28 a 32 ore settimanali; a livello italiano si parla sulle 30 ore settimanali grosso modo. Se voi calcolate che in prima serata, grosso modo, il 30% oggi è pubblicità, il 30% in prima serata… guardate che voi rischiate mediamente… potreste rischiare di spendere dai 15 ai 20 anni della vostra vita media davanti al televisore e 4-5 anni a vedere di pubblicità televisiva.Quindi notate che non c’è solo il bozzolo. Questo bozzolo oggi è rafforzato in maniera incredibile soprattutto dai media; i media che oggi sono manipolatori…In Italia è particolarmente grave la situazione, dato che buona parte delle televisioni sono ormai concentrate a chi governa; in questo paese è un monopolio, è quasi un monopolio ormai televisivo.Guardate che un uomo stimatissimo negli Stati Uniti, Karl Popper, diceva, oltre 10 anni fa,che con questa televisione non ci può essere democrazia; parlava della televisione americana.Che cosa direbbe oggi al popolo italiano Karl Popper? Domandiamocelo.E mentre noi continuiamo a domandarcelo… Ma non ci può essere democrazia! Quando voi non siete sicuri dell’informazione che avete! Quando non c’è niente altro che tutta la verità!Guardate che sono problemi enormi… ed ecco perché è importante, sederci, riflettere, parlare.Quindi è in questo contesto che stasera si colloca questo nostro momento; quello che ad ogni incontro ritengo che sia un grande momento. Io lo chiamo ’parte del mistero che è la vita ’.Sapete che la vita è qualcosa di veramente grande; ci ha impiegato ad arrivare fino a noi, ci dicono gli scienziati, 4 miliardi e 200 milioni di anni!… che roba! …lentissimo processo…Notate cos’è la vita, la vita umana… mistero.Per esempio io ritengo che una delle cose più misteriose della vita, sono gli incontri.Perché ci guardiamo in volto questa sera? …chi è che ci ha fatto incontrare? …perché ci tocchiamo?Può darsi che… può essere sia un caso… Ma se non fosse un caso?Io, quando spesso mi domando, nei miei pochi momenti di lucidità mentale – ogni tanto ce li ho, altri no – …mi domando: ma che sono io? …e l’unica cosa che posso dire è che sono le persone, i volti che ho incontrato nella mia vita il mio carattere. Sono gli altri che fanno quello che sono!Quindi provate a pensare tutta questa roba che sembra tutto un accidente… ma allora sono molto grato; per le persone che ho incontrato. Mi hanno fatto quello che sono. Non sono matto e allora l’importanza di questo momento stasera, qui a Nocera… Viviamo un momento gravissimo, guardate che questo nostro incontro avviene in un momento particolarmente difficile, particolarmente grave per l’umanità.Guardate, penso che raramente l’umanità nella sua storia, ha vissuto un momento così grave come questo…Non mi faccio capire… capisco chi non capisce… ma guardate che chi tenta di capire qualcosa …poi si sente una roba dentro…Ho vissuto dei momenti del genere quando ero a Nigrizia e quando avevo intravisto… certe cose..: mi volevano far fuori… portare in tribunale… mamma mia che roba!C’erano momenti la sera, in cui l’unica cosa che avevo voglia di fare …andare in cappella a pregare, mi mettevo lì come un cretino e piangevo …e mi domandavo: ma sei così sicuro che tu capisci le cose e 50 milioni di italiani non le vedono proprio? …ma chi è che ti dà la pretesa di dire una roba del genere…Guardate che se siete razionali, dovete chiedervelo: forse sono io il matto…Guardate che siamo giunti in questa sequela… in un momento difficile per me …e questa è ancora più difficile per me.Guardate che se mi sono pentito di una cosa a Nigrizia è di aver parlato troppo poco, non di aver parlato troppo… fa parte del gioco di parole di aver parlato troppo poco.Guardate che oggi la situazione è ancora peggiore… mi dicono che viviamo un momento di una gravità estrema… giochiamo tutto …e si gioca la vita stessa, si gioca il pianeta… giochiamo tutto e facilmente, nel giro di pochi anni…Ecco perché è importante fermarsi a riflettere.Vedo che avete degli splendidi monti in giro e anche qualche chiesetta su mezzo colle…..durante le vacanze – se potete – fermatevi un po’, andate su. Una giornata di silenzio… provate a pensare…Noi tutti abbiamo bisogno di questi momenti di silenzio per capire dove stiamo andando e quello che sta avvenendo, perché quello che sta avvenendo è di una gravità estrema.Voi mi avete chiesto questa sera di partire dal locale, da questo ’Agro capace di futuro ’. Penso che dopo ritorneremo al locale, soprattutto perché toccherà a voi tradurlo poi, perché io non posso pretendere di farvi delle lezioni; perché conosco relativamente poco di queste zone; ma partendo, per favore da quello che vi dico, vorrei che poi… dovrebbe partire la discussione, più che non a livello globale, dovrebbe convergere qui, su questo vostro ’Agro’. Perché è un campo fertile, mi dicono, per cui è estremamente importante ritornare qui e dire: ma cos’è che state vivendo qui!?Ci sono due premesse che faccio prima di iniziare il discorso; vi dico subito una cosa:

..guardate che quello che vi dirò è profondamente di parte… non vorrei che dopo, che sento nessuno dopo che bisbiglia dicendo: è proprio di parte!Sono profondamente di parte!Dopo 12 anni vissuti a Korogocho non posso non essere di parte.Per i credenti – so che qui ci saranno credenti e non – ma per i credenti ho delle cattive notizie: che anche Dio è di parte.Dio non può non essere di parte.Ma voi prendete una mamma che genera dei bimbi, e può generarne uno ammalato. Tommaso D’Aquino diceva: la natura lavora utilmente. Nella maggioranza dei casi; ma ogni tanto sbaglia.Se una mamma genere un figlio gravemente ammalato e spenderà buona parte della sua vita dietro quel figlio, ci sarà qualcuno in famiglia che dirà: ma tu stai spendendo troppo tempo e non puoi…Ma è talmente ovvio che dio è il dio degli oppressi, è il dio di chi non conta, è il dio di chi non sta in paradiso.Come pensiamo noi,… noi che stiamo bene pensiamo sempre alla vita eterna.Dio sta all’inferno, cammina con le vittime di questo sistema, …è profondamente di parte, non può non essere di parte… come vi dicevo di una mamma.Notate soltanto alcune pennellate per dirvi il mio punto di partenza che colloco oggi.Ecco perché la situazione attorno a noi… come ve la leggo, perché per 12 anni ho saltato il muro e sono andato a vivere dall’altra parte… e sapete che non è facile finché voi non vi mettete nella pelle dell’altro.Si, a Nigrizia poi ho parlato con i poveri, ho fatto lotte..ma sono parole alla fine, finché non le sentite queste cose sulla vostra pelle… finché non sentite la disperazione della gente… finché non capite tutta l’assurdità di tutto; perché è veramente assurdo.Guardate… direi che non si capisce quasi nulla , ed è questo che mi ha portato a fare questo salto.Saltando il muro, io ho scelto la città, ho scelto l’Africa, perché ritengo l’Africa il continente crocefisso, il continente martire. Ho scelto la città, perché nella città oggi ci sono le peggiori situazioni di povertà e di degrado umano, soprattutto nelle grandi città del sud del mondo. Ma anche nel nord… per favore…Sono stato lo scorso ottobre a Chicago, mi han portato lì i Comboniani.Mamma mia!!..quando la sera son arrivato, mi hanno chiesto: dove vuoi dormire?Ho detto: voglio dormire nel ghetto peggiore di Chicago. E mi hanno portato nel ghetto peggiore di Chicago. Guardate che lì… il ghetto si chiama Westside, un milione di negri, non vedevo un volto bianco: malavita e droga …è un degrado incredibile. L’anno scorso in un anno 400 omicidi.Siamo a 3 Km dagli immensi grattacieli che vedete di Chicago… tutti illuminati …3 km dal cuore della capitale…Guardate che ormai, anche le distinzioni Nord-Sud e ne vanno giù per la piena… ormai è un sistema questo, che permette a pochi di avere quasi tutto, a spese di molti morti di fame, e questo diventa evidente soprattutto nelle grandi città.Habitat ha rilasciato, lo scorso ottobre, le ultime statistiche sulle previsioni urbane del mondo… facilmente non lo avete visto, ma dice questo: entro il 2050 in questo mondo, saremo 8 miliardi di persone; 6 miliardi, vivranno in megalopoli… enormi città; 6 miliardi, su 6 miliardi che vivranno in megalopoli, 3 miliardi e mezzo vivranno in baraccopoli, …favelas, ghettos, bidonville, barios dove per esempio a Lima c’è stato padre Fernando che è qui con me.Sono queste le realtà… notate che Habitat dice che già oggi il 71% della popolazione globale in Africa vive in baraccopoli… e le baraccopoli, si sa, sono dure…Ho scelto Nairobi, città bellissima guardate… molto meglio di Milano. Grattacieli, palazzi… quando vedete la skyline rimanete così… , quando vedete le zone residenziali… mamma mia…, con delle ville guardate che voi ve le sognate anche in Italia…Quindi stasera, per favore, non sono qui, stasera, per farvi sentire in colpa, per dire: voi ricchi… lì sono poveri, no, no…Guardate che lì avete il paradiso e l’inferno: Nairobi-fiamme-fiamme. Questione di pochi km.Nairobi è una città bellissima posta a 1800 km di altezza, costruita dagli inglesi – fra l’altro 100 anni fa – appena celebrato il primo secolo di vita. E’ nata come città di apartheid, apartheid razziale; oggi diventa l’emblema della città di apartheid economico.Guardate che oggi è cambiato: l’apartheid delle razze diventa chiaramente apartheid economico.Notate Nairobi oggi ha 4 milioni di abitanti; 3 milioni, il 71%, 3 milioni, sono costretti a vivere nel 2,5% della terra totale della capitale. A primo impatto, rimanete così… Notate il 71%, costituibili in piccolissimi spazi: le baraccopoli. Sono oltre 160 le baraccopoli a Nairobi, che occupano piccolissimi spazi.Notate che chiamo questo la ’sardinizzazione dei poveri ’. Conoscete le sardine?Notate che le bestie feroci, per i casti occhi dei turisti, soprattutto bianchi, sono trattate molto meglio a Nairobi, nel parco nazionale di Nairobi, da buona parte della gente di Nairobi.Secondo: questo 2.5% della terra globale della capitale, neanche questo appartiene ai baraccanti;appartiene al governo, a buona parte del governo, il quale può venire quando e come vuole con le ruspe, spiana tutto e butta la gente più in là.Ho assistito a varie demolizioni..la cosa più terribile è la rabbia che viene dentro..mangereste la gente..e non potete far nulla: dietro le ruspe ci sono le mitragliatrici spianate..vi muovete e sparano.Tranquilli..Terzo. L’80% delle baracche di Nairobi paga l’affitto.Non hanno nemmeno le baracche che appartengono ad altra gente che sta meglio e che le affitta.Tutte le baracche sono poste sotto la linea della fogna: sopra la linea fognaria, sviluppo- sotto, baracche.Sono stato varie volte al comune di Nairobi a chiedere la mappa, a vederla..quando l’ho guardata…Le baraccopoli non esistono, c’è bianco. I poveri sono in esubero.Ma mica solo a Nairobi..Per la banca mondiale 2 miliardi di esseri umani sono esuberi, non servono..assolutamente.Una di queste baraccopoli si chiama Corococio, che vuol dire confusione, caos.E’ una piccolissima collina di 1 km quadrato a schiena d’asino, su cui sono accatastate centomila persone. Guardate che centomila persone in un chilometro quadrato, pensate ad un palazzo da costruire.Le baracche sono alte massimo tre metri e mezzo di altezza e sono grossomodo 3 x 4, dove ci vive una famiglia normale: un letto, un po’ di masserizie per far da mangiare..vestiti.Notate, è un baracca sopra l’altra, non ci sono spazi né verde..non c’è nulla…:baracche.Quando vedete Corococio..per esempio dalla discarica, è un immensa distesa di lamiere..lamiere arrugginite.Quarto: non ci sono servizi. Unico servizio fornito dal comune è l’acqua. Ma poi l’acqua..i baraccanti richiedono di rivenderla..e quando ho fatto un po’ di calcoli ho capito subito che i baraccati pagano l’acqua molto più dei ricchi che a Nairobi usano per riempire le loro piscine nelle loro ville..Notate,tutto nel giro di pochi chilometri..non dovete andare chissà dove..Quinto: una cosa così essenziale come un cesso..un bagno,..anche se cesso è una parola fin troppo prolifica per certe realtà..A Corococio c’è un cesso ogni 30/40 abitanti. A ’Hohuma, baraccopoli vicino Corococio, i dati ufficiali del censimento dicono che c’è un cesso ogni mille persone..Da qui, cominciate a capire il degrado ambientale,..per esempio c’è polvere..ma non polvere-quella che respirate- polvere che quando piove diventa fango; camminate fino al ginocchio nel fango, che si asciuga e diventa polvere..L’eterno ciclo dei poveri..Degrado morale, degrado umano, degrado sanitario…Il 50% dei baraccati di Nairobi è già oggi sieropositivo..Infine la violenza.., violenza incredibile..Guardate ho girato.. ma una violenza così.. non l’ho mai vista, soprattutto a Corococio.Siamo nelle mani di pochissime persone, bande armate,..è stile mafioso.Era comico a volte, quando giravo di notte – ero tra ipochi che poteva girare, mi hanno anche attaccato- mi puntavano la pila agli occhi e dicevo: I mafia! mafia proprio come la mafia siciliana,..Provengano..ma vedo che voi non siete da meno in quanto a qualità mafiosa, congratulazioni!Poi mi lasciavano a andare.Ma vedete che è mafia pura! Vedete i ragazzini di 12/13/14/15 anni con le pistole in mano, i coltelli, spranghe di ferro; vi attaccano all’angolo, arrivano di notte, vi tirano la lamiera, vi sfondano la porta, vi portano via tutto: coperte, materassi, i fornelletti..anche la stessa lamiera..E’ sopravvivenza..quindi, capite??Chi paga la violenza alla fine è la donna. Guardate che la donna è l’elemento debole di ogni società.Quando parlate di povertà, dovete oggi parlare di femminilizzazione della povertà.Quando parlate di violenza, dovete dire che è il corpo della donna dove si sfoga tutta la violenza del sistema.Guardate, basta veniste a Corococio..l’assurdità totale.Ho chiesto di vivere a Corococio: impossibile; opposizione durata per 2 anni.L’opposizione più grande veniva dal cardinale di Nairobi, il quale riteneva che un prete non può vivere in una situazione del genere; cioè oggi se un prete non ha un telefono, una macchina, una casa..non è un prete.Gesù non aveva una macchina, un telefono, una casa…era un prete?..era un laico!Ma è vero! La lettera agli ebrei è stata scritta proprio per capire, ma come mai proprio Gesù che era laico – e la la lettera lo spiega- perché ha assunto la sofferenza della sua gente, ecco perché oggi prete Gesù.Notate, ci sono voluti due anni, poi abbiamo usato una stratagemma e sono riuscito..Ho preso lo zaino e sono disceso, era il 14 gennaio 1990.Preso lo zaino sono disceso.E’ la discesa agli inferi.Nel Credo si dice discesa agli inferi..da allora in poi ho capito cos’è la discesa….è la discesa nell’inferno..E sono entrato in questa piccola stanzetta che serve alla preghiera – c’era padre Guglielmo che è un comboniano che continua..- e abbiamo deciso di non costruire una chiesa,..anche perché non ci vuole molto..Cos’è la prima chiesa che dio vuole?..l’essere umano, l’uomo e la donna;quando l’uomo e la donna sono trattati peggio delle bestie..li c’è la chiesa, per me.Sono andato in questa piccola stanzetta, c’era un centinaio di cristiani per la preghiera.Mi hanno detto:< Caribo!!> (benvenuto); è quello che sentite quando bussate alla porta, quando non ci sono occhi che vi guardano, e non stanno neanche a guardare chi sei..Caribo, mi han detto, ben venuto padre Alex, benvenuto a Corococio!Gli ho detto solo una cosa: guardate, ho scelto di venire da voi oggi che è il battesimo di Gesù, come Gesù è sceso da Nazareth per ascoltare Giovanni Battista -sono rimasti scioccati-ha accettato il messaggio del Battista e insieme ai poveri della Galilea ha attraversato il Giordano e si è fatto battezzare assumendo la sofferenza della sua gente.Ho detto: Mi hanno guardato e hanno detto:< ma questo bianco non è stato già battezzato?deve venire proprio a Corococio per farsi battezzare??>

C’è voluto un po’ di tempo, ma poi i poveri sono molto più intelligenti di quello che pensiamo.Ho preso quello che serve, un po’ di piatti, scodelle per far da mangiare – mai fatto da mangiare in vita mia – ho cominciato insieme alla gente a cucinare con questo fornelletto a gas; preparavo e mangiavo quello che bevono e mangiano loro; all’inizio reagisci..perché chiaramente ti fai gli anticorpi; perdi quei 20 chili che noi occidentali abbiamo in più..e ho cominciato a a camminare facendo 20/30 km al giorno.Penso sia stata la cosa fondamentale lì a Corococio..camminare, l’essere per strada, cercare di accogliere qualsiasi persona..anche i violenti, chi ti poteva attaccare, cercare di capire….e guardate, vi sembra sempre di vedere il peggio e subito dopo vedete un’altra situazione peggiore..Alla fine – la cosa più grave per noi occidentali, noi che pensiamo di essere onnipotenti, che abbiamo soluzioni per tutti- ad un certo punto capisci che non sai nulla! ..che l’unica cosa che puoi fare è sentire sulla tua pelle la sofferenza…e quando alzi gli occhi e vedi quelle incredibili zone residenziali.. a 5 km..Ma come è possibile! Che c’èla gente a 5 km nel lusso più sfrenato e che ci sia gente che vive qui all’inferno!!…viene una rabbia!!La sera molto spesso quello che sentivo più di fare, era la voglia di sbattere la testa contro il muro e dire che tutto è assurdo!!ma veramente!..Ma lo è!!Ma soltanto quando voi cominciate con la vostra coscienza interna, con la vostra pelle, a sentire cosa significa camminare in quella realtà..a sentirvi attaccati, per esempio con un coltello dietro la schiena….non capite nulla.Un giorno dopo un po’ di mesi che ero in strada, mi ha bloccato un gigante, ubriaco..e mi ha detto: < bianco sei il primo che ha il coraggio di mettere piede qua dentro e di starci, ma chi siamo noi delle bestie selvagge che tu non ti degni nemmeno di venirci a trovare?>Dico( i poveri danno a volte un pugno così grande nello stomaco..): Quando la gente di Corococio ha saputo che volevo andare in discarica, mi hanno mandato un delegazione a dirmi: <Alex, ricordati che qui dentro sei un pivellino, non capisci nulla. Tu vuoi andare in discarica, sappi che quella gente sono criminali, ti ammazzano! > . io dico< che non sono venuto per i santi di Corococio, sono venuto per i criminali >E loro: <Alex, tu non puoi andare in discarica!>.Cos’è la discarica?..davanti a Corococio avete questa immensa collina su cui arrivano i rifiuti di Nairobi; ma non i vostri rifiuti – so che avete problemi con i rifiuti – guardate che se i vostri rifiuti fossero a Corococio, Corococio sarebbe ricco!!..ve lo dico io!In discarica arrivano i rifiuti dei rifiuti dei rifiuti di Nairobi. Sui rifiuti buoni, già i ricchi di Nairobi ci mettono le mani.In discarica, ci lavorano un migliaio di persone.Quando ci sono andato, ero terrorizzato.., mi sembrava di percorrere un girone infernale di enormi muri di sporcizia, circondati da fuoco, fiamme, una puzza infernale..Ovunque enormi uccelli e in giro migliaia di persone, tutti con un piccolo pezzettino di ferro, e tutti che scappano.Tutto riciclato, dentifrici usati, spazzolini usati..tutto riciclato, pezzetti di vetro…tutto..tutto riusato, tutto riciclato, tutto.Guardate che sono questi i profeti del futuro!Ero terrorizzato, per fortuna sono riuscito a intravedere quell’uomo che mi aveva sfidato, e quando mi ha visto mi ha detto che non pensava che i bianchi mantenessero le promesse..sarcastico!Mi fatto sedere su un mucchio di sporcizia e ha cominciato a spiegarmi la discarica..Guardate che se Corococio è impossibile da spiegare..per favore..sapete cosa vuol dire mettere centomila persone in un chilometro quadrato?..senza governo, senza nessun rappresentante, ognuno che lotta per i cavoli propri per sopravvivere..E’ come mettere 10 leoni in una stanza 5 x 5, murati da dentro..neanche Dio riesce a farli stare in pace!!Pensate a quello che è la discarica..quando me l’hanno spiegata, mi son messo le mani nei capelli… : chi comanda, chi paga..tutta una mafia!Quando ascoltavo questo uomo , Geronimo, vedevo arrivare i camion, e scaricavano, e quando scaricavano, vedevate centinaia di persone come pesci balzare sui rifiuti e spartirseli.Ma è lotta la spartizione!Quando arrivavano i rifiuti dagli aeroporti ( i più ambiti) , mi vien quasi di vomitare, ci mettono subito le mani i ragazzini, perché c’è cibo…e questa è la realtà..Poi, mi fa :< Alex, vieni con me > e ha cominciato a portarmi in giro..e io salutavo tutti..

Ma dal letame, dalle discariche, rinascono fiori..Domani mattina vengono due ragazzi a trovarmi, e che sono riusciti a tirarsi fuori da la.., sono due casi disperatissimi, uno drogato e l’altro alcolizzato; sono riusciti a mettere insieme una piccola cooperativa, piccole speranze.. Dovrei ricordarvi di una donna come la Wuango..; pensate che ai primi incontri gli uomini non volevano le donne, fuori le donne!Pensate che questa donna è stata talmente brava, che è stata votata alla fine come presidente della cooperativa ed era nata in cooperativa.Notate che se vui pensate che sia facile..direte che bello lavorare con i poveri, ma dimenticatelo per favore. Guardate che non avete nessuna gratificazione; a questa donna hanno bruciato 2 volte la baracca…pensate che vedere uomini e donne che lottano è vita!Vorrei ricordarvi una cosa: ci sono dei criminali in discarica… Ma ricordatevi per favore quello che dice il più grande criminologo degli Stati Uniti. Mi sono letto la sua intervista a Coracocio..mi ha lasciato interdetto. Si chiama de….., è stimatissimo; sapete questa gente è di estrema destra..tutta per la punizione..In questa intervista dice che dopo aver parlato con i peggiori criminali degli Stati Uniti, quelli che hanno commesso i crimini più efferati , non ve ne ha trovato uno che avesse commesso questi crimini incredibili che prima lui stesso, nella sua vita, non avesse subito gli stessi crimini, fatti contro di lui.Ricordate il vecchio detto romano: quello che noi oggi facciamo ai bimbi di questa società, domani lo faranno alla società.La violenza..cominciate a capire quello che significa..Ho camminato con migliaia di ragazzini di strada..ce ne sono almeno 60.000 su a Nairobi; varie migliaia vengono da Corococio.Di giorno sono in città, la sera emigrano verso le baraccopoli; li trovate fino a valle, accanto ai fuocherelli per riscaldarsi, sniffano la colla, peggio della droga..Basta che vi mettete li, ed ascoltate; ognuno di loro vi può raccontare delle storie incredibili.Quando ho salutato prima di partire a Corococio, il gruppo dei ragazzi di strada, ho riconosciuto una ragazzina e le ho detto di raccontare la sua storia a tutti. Pensate l’avevo conosciuta 6 anni prima, aveva sette anni, e trascinava il fratellino di tre verso la roccia dove finisce Corococio per buttarsi…pensate, in Africa dove non c’è il suicidio! Una ragazzina di sette anni!..pensate che tragedia!..avevo assistito la sua mamma che moriva di AIDS e la mamma mi disse < Alex, per favore, non ho un marito, questi bimbi non hanno nessuno, dagli uno sguardo >Mi sentivo in eterno stato di peccato mortale..Ho camminato con migliaia di ragazzini che vanno a prostituirsi. Se avete la disgrazia di nascere donna a Corococio, quello che rimane è la via della prostituzione.A volte parlavo con i ragazzini che dopo una notte tornavano dalla città; ci sedevamo insieme e preparavo un po’ di tè e parlavamo e dicevo :< vi rendete conto che vi prendete l’AIDS?> ..Ma certo, lo sapevano che si sarebbero contagiati! ..mica è facile per un migliaio di ragazzini; Qualcuno di loro fanno queste maglie, sono usciti dal giro della prostituzione.< Alex se sul pezzo di carta scrivi da un lato ’morto di fame, dall’altro ’morto di AIDS, poi puoi tirare a sorte..anzi prendi quello ’morto di AIDS’, ho qualche anno di vita in più >Quando ascoltavo queste ragazzine, provate a pensare quello che io prete potevo pensare..Io sarei un bravo prete? Puro, casto, illibato, che la domenica posso farmi la mia bella messa, che posso mangiarmi il mio bel Gesù?Io sono puro, loro no.Però mi dicevo < Alex tu sei un prete bianco, tu fai parte di un sistema che obbliga questi ragazzini a prostituirsi. Tu sei a posto, loro no. Tu sei puro, loro sono impuri. Tu sei uomo di dio , loro sono prostitute.>Guardate..non capite nulla. Vi casca letteralmente tutto…..e tutta la nostra bella moralità in cui ci caliamo???!!..ma com’è possibile, dove sono?Ho camminato con migliaia di donne e di ragazzini malati di AIDS, e oggi ne assistiamo oltre 1000 di malati terminali di AIDS.E’ inutileee.in ospedale ne sbattono 2/3 per letto..Oggi muoiono 700 persone al giorno in Kenia di AIDS, per cui..Muoiono in baracche e li assistiamo..Una bellima esperienza di una comunità che si è presa cura dei propri malati, un’esperienza di una suora che non scordo, bravissima, tanto di cappello..ha aiutato le donne volontariamente..Guardate che sono le donne, le colonne portanti della società, soprattutto in questo tipo di società.Notate che le donne malate di ADS, queste ragazzine sono emarginate…adesso si comincia a parlare di AIDS, ma non più di tanto, in Kenia. Prima, neanche a parlarne,..ma anche oggi: emarginazione.La maggior parte delle case di Corococio, il 60%, è costituito da donne, con 3,4,5,6 figli, senza marito. Mettete che è la donna a cadere malata ..se prima poteva sopravvivere, mettendo un po’ di pomodori..chiaro che quando siete malati…cosa fate?? È la fame!Guardate che c’è gente che viene a Corococio a murarsi nelle baracche!Un giorno sentivamo qualcuno in una baracca, dove non doveva esserci nessuno, un giorno sono riuscito a togliere le lamiere..e sono entrato..nella merda totale! Chiaro, dentro per un mese.Queste sono le situazioni in cui vi trovate: emarginazione!Noi tutti i giorni dedicavamo 6 ore della giornata, della sera, a celebrare due messe..di sera.Non c’è chiesa a Corococio, la nostra chiesa sono le baracche, le baracche dei malati di AIDS.A fianco della baracca, un letto, un seggiolino, un po’ di pane, un po’ di vino, una candela, il vangelo..e si prega..6 ore, di solito celebravamo due messe.Guardate che in quel momento ho toccato con mano che mistero c’è..Sono loro che me lo hanno fatto toccare! Con mano!Guardate che la tentazione di dire che Dio è tutta una balla è grandissima, in questa situazione..Sono loro, cavolo, e se me lo hanno fatto sentire questo mistero che ci attornia!Un esempio semplicissimo con cui concludo..Una sera una ragazzina di nome Flores, stava molto male..Flores era una ragazza bellissima, forse una delle donne più belle viste in vita mia..A 11 aanni, la mamma aveva bisogno di soldi..è stata sospinta ad entrere nel giro della prostituzione, a 15 anni aveva l’AIDA, a 16 anni è morta..Qualche giorno prima che morisse ho detto cavoli, mollo tutto , ma non posso lasciar morire senza l’eucarestia Flores>.Prendo padre (…)con me , ed entriamo da Flores. Era notte, quasi notte..entro in baracca, c’è il lettino, saluto Flores. Dico < ciao Flores >, lei dice < Alex, grazie che sei venuto, mi fai un grande favore che sei venuto >. Saluta gli altri con me.Dico io < guarda, metto il pane, il vino, celebriamo l’eucarestia insieme >. Dice < grazie..>. Dico < guarda che non riesco neanche a vederti in volto, accendi il cero >E’ sempre il malato che accende il cero e Flores lo accende e si illumina il volto. Un volto bellissimo, tutto pieno di pustole..è incredibile quello che l’AIDS fa sul corpo umano..: devastante!E le dico , ed è partita con una preghiera di una dolcezza incredibile..Guardate che queste ragazzine non vengono dall’azione cattolica, vengono dalla strada..Io non riuscirò sul mio letto di morte a fare le preghiere che ho ascoltato fare da queste ragazzine.Una preghiera dolcissima durata 2 o 3 minuti, fatta a voce alta. Poi le dico <Flores, ma dimmi qualcosa, chi è Dio per te?> . E lei mi risponde <Alex, è mamma!>. E io < Flores, un attimo, ma se tua mamma ti ha abbandonato qualche giorno fa..>, Flores, stava morendo sola. < Alex, Dio è mamma>.Allora io che mi sono sentito stuzzicato, le ho detto < Flores, ma per te, chi è il volto di Dio?>A questa domanda, lei non risponde, era distesa sul lettino, aveva questo cero che le illuminava il volto..e sprofonda in un silenzio totale..silenzio che dura 2,3,4 minuti, lunghissimo. Dico e aspetto 3,4,5 minuti.Ad un certo punto vedo che il volto di Flores di illumina con un sorriso bellissimo e fa < ma sono io il volto di Dio! >Sono questi i volti di Dio!Per favore, guardate che tutta questa ricerca, chissà in quali chiese o santuari..guardate che sbaglia la mira!..ed è talmente chiaro…’’avevo fame, avevo sete ’’ è il volto del crocefisso..Dovrei raccontarvi più storie..Ma sono questi i volti veri..dai quali dobbiamo partire per analizzare la realtà in cui viviamo.Guardate, sono grato a quei 12 anni vissuti a Corococio, mi hanno tolto gli squami dagli occhi, e ho iniziato a vedere di più.E’ incredibile quanto i poveri ti aiutino, quanto vivere queste situazioni ti aiuta!Guardate che Nairobi è in piccolo quello che il mondo è in grande.Voi direte, ma come è possibile vivere da ricchi a Nairobi?..cavoli!!Un episodio: dopo due anni che vivevo li a Corococio, ho detto < Alex, tu hai bisogno di un avvocato. Si, le cose si mettono male.>Sono andato in cerca di un avvocato; telefono ad uno dei più grandi avvocati internazionali che viveva a Nairobi,e che diventerà il procuratore generale della repubblica. Mi dice <Alex, guarda son troppo occupato, ti mando da un mio amico, fidati, è molto bravo >Vado il giorno dopo, mi presento, mi riceve, gli parlo, gli dico che sono padre Alex, che vengo da Corococio. Lui vede che parlo anche con molto entusiasmo della lotta degli avvocati per i diritti umani in Kenia.. Dopo una mezz’oretta che parlo, mi ha lasciato parlare, mi dice < guarda che dopo che ti ho ascoltato, ho capito una cosa: che la lotta che porto avanti, è la lotta per i diritti umani della classe medio-alta-borghese di questo paese. Non so neanche dove vivi..non sono mai stato a Corococio..non sono mai stato in una baraccopoli..>Oggi questo avvocato è il ministro della giustizia in Kenia!Avete capito i problemi?? Sono i nostri!!Viviamo a Nairobi in piccolo,quello che il mondo è in grande. Guardate, questo è il mondo oggi: avete 6 miliardi e 200 milioni di persone, stretti nella morsa di un unico sistema economico-finanziario. Prima volta che succede nella storia umana.Prima, i popoli avevano le loro maniere economiche di gestirsi, oggi siamo in un’unica rete.La chiamiamo globalizzazione.Io non sono un no-global, non sono contro la globalizzazione, che come tutti i fenomeni umani, può essere belle e può essere cattiva. Dipende da come la usiamo.Cos’è che sta succedendo? Che su 6 miliardi e 200 milioni, avete la stessa cosa che avete a Nairobi, nel mondo.Tali sono i dati della banca mondiale, ve li presenta con un grafico, un bicchiere di champagna, e dice così: lo champagne del mondo è diviso:Il 20% del mondo, quindi un miliardi e qualcosa di persone, si pappano l’83% dello champagne del mondo.Per l’80%, 5 miliardi, rimane quello più in fondo, il 17% dello champagnePer i più poveri, per i miserabili, il 20%, c’è soltanto l’11% dello champagna del mondo;sono coloro che sono costretti a vivere con meno di 1 euro al giorno; se aquesti aggiungete quello che la banca mondiale vi dice, altri 2 miliardi di persone, costretti a vivere sotto i due euro al giorno, voi avete 3 miliardi di esseri umani che vivono sotto i due euro al giorno: metà della popolazione del mondo.Mentre ogni vacca europea ha a testa 2,5 euro al giorno, ogni vacca americana ha a testa 5 dollari al giorno, e ogni vacca giapponese 7di dollari al giorno.E voi pretendete di andare in giro ad esportare democrazia, diritti umani…Smettiamola!!Guardate che metà della popolazione è trattata peggio delle vacche europee, americane, giapponesi!E’ assurdo, non lo posso accettare, né come uomo,né tanto meno come credente, non posso!Questo sistema è retto da chi? Da 300/400 famiglie..Notate che uso questo termine noto..: c’è una cupola su..,e una rete giù che si corrispondono.Parlavo qualche mese fa con i miei amici in Kossovo..mi hanno detto < Alex, non usare più questo termine>.Ed io < perché, cosa succede, non c’è più la camorra?>Loro< no, c’è,c’è, ma abbiamo cambiato nome >E io < e qual è il nuovo nome della camorra?> ….O’ sistema.Guardate che giù come su, è un unico grande sistema.Avete 300/400 famiglie..e 3 famiglie al mondo, hanno l’equivalente finanziario del prodotto nazionale lordo di un anno di 48 stati africani, che rappresentano 600 milioni di persone.La prima la conoscete molto bene, è la famiglia di Bill Gates.Per cui cominciate a capire, chi comanda, chi controlla la finanza..3 famiglie.Sono 300/400 famiglie, che controllano le banche, chiaramente i servizi segreti, legati poi alle nostre P2, le logge massoniche, in Italia potentissime e le nostre mafie e camorre..E’ un legame unico..e cos’è che fanno? Sono queste famiglie che decidono che cosa?Le politiche?..Quando la smetterete di pensare che è il governo o che sono i nostri politici a decidere? Ma dovete finirla, ma finitela!Guardate che sono questa gente che decide: banca mondiale, fondo mondiale, organizzazione mondiale del commercio.Notate che su questi 3, l’ultimo, del 1995, è il più pericoloso dei 3. Notate che su questi 3, non c’è nessun controllo popolare, nessun controllo di governo, nessun controllo di parlamento. Chi decide?Se voi andate al WTO, vi dicono che decidono per consenso…ma consenso di chi? Mistero sul mistero.Notate che sono loro che decidono..che ci impongono le decisioni..mamma mia..Quand’è che cominciamo a riflettere su queste cose..non vi stanchereste con questi vostri partiti e sareste anche più misericordiosi con questa povera gente: vi promettono mari e monti..cosa volete che vi dicano, ma poi è chiaro che non possono fare..perché siamo talmente dentro al sistema che non sono loro che decidono!Prendete ad esempio il cosiddetto consenso di Whashington, i flussi finanziari, i paradisi fiscali, la possibilità della finanza di comprare dove vogliono, quello che vogliono..Avete mai sentito un governo che imposta una legge sui flussi finanziari? È impossibile..Ma voi capite chi comanda?E state attenti soprattutto in questo periodo che stanno preparando il GATS, l’accordo generale sul commercio dei servizi.Guardate che se passerà..dovrebbe passare il 1° gennaio 2005, abbiamo solo 6 mesi in avanti.Guardate che se passa..ragazzi! svegliatevi…Vi lamentate adesso della scuola, della Moratti.., hai voglia!!Guardate che ci sono 160 servizi tra cui la scuola, sanità, prigioni, acqua…cioè..spingono l’europa..ma verrà tutto privatizzato.Negli Stati uniti c’è la più grande popolazione carceraria del mondo, il 40% delle carceri, è stato privatizzato..e guardate che se passa questo??! E adesso??!E prendete un libro come questo ’Social..2003..stanno prendendo le multinazionali per privatizzare i servizi , mamma mia me lo son letto, non lo sapevo neanche io..I servizi che tutelano i servizi è l’Unione Europea; i più grandi fornitori dei servizi sono i nostri; le più grandi multinazionali dell’acqua non sono americane, sono europee; controllano il 70% di tutta l’acqua mondiale commercializzabile.Cos’è che avvenendo sull’acqua?.. è che stanno forzando le multinazionali, spingendo la commissione europea, in particolare il commissario per il commercio, quello che ha trattato per l’U.E. a Cancun. Pascal Laville. È uno degli uomini più pericolosi: è profondamente convinto che l’acqua è merce..e guardate che le multinazionali stanno premendo..e se l’acqua diventerà merce….Sono stato a Strasburgo a parlare con gli euro-parlamentari; ad 70 di loro ho detto che < se voi voterete che l’acqua è merce, io ho il diritto come prete e come uomo, di pensare che voi state pensando alla stessa cosa a cui ha pensato Hitler; la soluzione finale. Hitler la adotta per gli ebrei. Io ho diritto a pensare , che voi razza bianca, state preparando i nuovi metodi per far fuori le razze inferiori >Sapete che vuol dire per la gente di Corococio, per 1 miliardi e mezzo di persone,comprarsi l’acqua Ferrarelle o Vera?..quando si è costretti a vivere con meno di un euro al giorno??!!Ma cosa volete comprare..sarà un genocidio!Il problema è l’acqua sull’acqua.Abbiamo fatto girare i rete, e mi sono arrabbiato su questo, pensando ci fossero già dal mese di marzo,e invece non c’erano, e abbiamo fatto apparire in rete come hanno votato i vostri partiti sull’acqua.Per favore! Non date voti a partiti che votano l’acqua come merce!..Guardate che su questo..ci giochiamo tutto.Siamo riusciti il giorno dopo a far passare questo emendamento, al rapporto Miller sull’acqua:< essendo l’acqua un bene comune dell’Umanità, ritiene che la gestione delle risorse idriche non debba essere assoggettato alle norme del mercato interno >Noi avevamo aggiunto ’privatizzato e liberalizzato’, quello l’hanno tolto, perché avevano paura di quel mercato interno..perché guardate..ci giocano come vogliono; per cui state attenti..andate a chiedere della vostra acqua, andate al prossimo consiglio comunale a chiedere di chi è.Noo! Privatizzata? Che bella cosa che fate qui a Nocera!..e state qui a dormire? Guardate che questa roba qui, è di una gravità estrema!Guardate che ci giochiamo tutto su questa cosa!Permettetemi di concludere con alcune battute..Vi stavo descrivendo i sistema, guardate che questo è il sistema economico-finanziario, più finanziario che economico. Cos’è che sta facendo? Sta imponendoci le regole del gioco, che portano a che cosa? Ad una guerra contro i poveri..Guardate che noi ammazziamo dai 40 ai 60 milioni di persone, soprattutto donne e bambini, all’anno.Il fatto stesso che ci apparteniamo, ammazziamo e uccidiamo gente, è la conseguenza diretta dell’economia e della finanza, quindi, cominciamo a renderci conto di questo. E’ fondamentale.Secondo passaggio: guardate che questo 20% del mondo ricco, non potrebbe mai continuare con il proprio stile di vita, consumando l’83% delle risorse, se non fosse per lo strapotere che ha. Le armi a cosa servono?..a mantenere lo strapotere di pochi a spese di molti morti di fame.A Corococio ho perso il cervello..Vi cito Rumsfield, lo conoscete bene..è su tutti i giornali..La guerra in Irak è una guerra criminale, immorale ed illegale. A Rumsfield due anni fa gli hanno chiesto: < signor ministro, cos’è che considera vittoria nella nuova guerra degli Stati Uniti contro il terrorismo?> E Rumsfield ha risposto < considero vittoria se tutto il mondo accetterà che noi americani siamo liberi di continuare con il nostro stile di vita >E’ tutto qui il problema, lo aveva già detto Bush nel 1990, non l’attuale, il suo papà.Aveva detto:< io non mi siederò mai ad un tavolo per trattare dello stile di vita del popolo americano, dovete armarvi fino ai denti!>Ed è quello che sta avvenendo. L’anno scorso, gli Stati Uniti da soli, metà del loro bilancio: difesa,400 miliardi di dollari.Guardate che la banca mondiale, che non è un istituti di credito, per favore eh, ma la banca mondiale vi dice che con 13 miliardi di dollari, potreste risolvere fame e sanità per tutto il mondo per un anno intero! 13 miliardi !400 miliardi di dollari in difesa, a questi aggiungete 60 miliardi di dollari per iniziare a rinnovare tutto l’armamentario atomico. Gli stati Uniti stanno rifacendo tutte le armi atomiche; domandatevi dove butteranno quello obsolete; le scorie atomiche durano 200mila anni; poi 50 miliardi di dollari in deposito per iniziare la costruzione dello scudo spaziale, che alla fine ci costerà 300 miliardi di dollari.L’Alenia, che ci passo sempre davanti, è una delle ditte che sta lavorando per lo scudo spaziale. Ci son tutti coinvolti..vabbè..sparerò anche sui partiti..perché sono veramente arrabbiato.Notate la guerra in Irak, 80 miliardi di dollari.Lo scorso dicembre Bush ha chiesto altri 87 miliardi, adesso chiede altri 67 miliardi , e li otterrà, per continuare la guerra; oltre 200 miliardi di dollari per finire nel pandan in cui ci troviamo.Ma siamo matti! Guardate che è pazzia totale questa.Ma perché tutto questo? Perché non vogliamo rimettere in discussione il sistema economico-finanziario che permette a pochi di avere quasi tutto.E’ questo il problema fondamentale.L’Afghanistan, l’Irak.. i miei nipoti ne vedranno la fine ha detto Bush, ed ha ragione..Pensate alle guerre che avete in giro, oltre 40 conflitti aperti; è ristoppiata adesso la guerra in Congo; guardate che anche lì ha fatto 4 milioni di morti.Guardate che è una guerra decisa a Washington, a Londra, a Parigi.. i minerali son fondamentali, soprattutto uno che interessa soprattutto voi; cos’è che viene dal Congo? Il Coitan, per i telefonini, l’informatica; l’80% viene dal Congo,e capite bene che il Congo lo vogliono balcanizzato..e cominciate a capire quello che avviene..La conseguenza di tutta questa assurdità è che il mondo la sta pagando..Avete mai letto in questi giorni la stampa? Non vedo televisione, leggo 3 o04 testare, ma avete mai visto un giornale che vi abbia fatto un’analisi di quello che queste guerre- la guerra in Irak per esempio- significa sull’ambiente?…è una roba!Già con un ambiente che praticamente ci sta saltando, sapete che significa questo?Stefano salvi prima della guerra, nel suo libro ’l’informazione deviata’ , dopo sei mesi spesi in Irak, dice che entro 5 anni il 48% dl popolo iracheno avrebbe contratto tumori per l’uranio impoverito.Pensate cosa avverrà adesso! Questo vuol dire genocidi!Pensate all’ambiente..guardate che non lo caviamo fuori più!Avete un ambiente che ormai..Avete visto il film ke sta girando? ’The day after tomorrow’? Bush ha molta paura di questo film, perchè è un attacco durissimo alla politica ecologica dell’amministrazione Bush. Ma mica solo Bush, Klinton la stessa cosa.., si era rifiutato di firmare Kyoto. Notate che il tattato di Kyoto, ci dicono gli scienziati oggi, è troppo poco, è troppo tardi!..Ma almeno firmate! Anche la Russia non ha firmato.Guardate che siamo in una situazione..e questo film vi dà i cambiamenti climatici dei prossimi 30 anni; e non è un’invenzione: è basata sul rapporto segreto del pentagono- ’segreto’- fatto dai membri del pentagono sui cambiamenti climatici. Il film è basato su questo.Quando ho letto sta roba..mi son detto,..ma cavoli!!mi sembrava di leggere un romanzo di fantascienza.. Alla fine mi son veramente incavolato, quando nell’ultima pagina c’è un inciso..guardate che roba! E dicono: < noi non sappiamo se tutti questi cambiamenti climatici siano dovuti a capricci della natura, o è causato dall’uomo >Ma Farisei!..Ma veramente Farisei!Guardate, per favore, che se tutto il mondo vivesse come vive il 20% del mondo, avreste bisogno di 4 pianeti come la terra , di risorse e di altri 4 di pattumiera!Voi avete paura della Cina? Dovete aver paura della Cina. Ma chi Bloccherà la Cina adesso? Ha imboccato la via dello sviluppo. Tra 10/20 anni invece che un miliardi di biciclette avrete un miliardo di macchine in Cina!E’ finita, è questa la strettoia dove ci siamo dentro tutti, e non vogliamo arrenderci.Uomini, scienziati come Lester Brown, che vi prepara ogni anno ’ Lo stato del mondo ’, vi dicono che abbiamo 50 anni . Se entro 50 anni non avremo cambiato, future generazioni- secondo Brown- non potranno sopravvivere a questo mondo. Sentite questa parte dedicata ai consumi 2004, sentite che roba! : ’ il peso dei consumi dei paesi ricchi sulle risorse della terra sulla condizione dell’umanità povera è ormai insostenibile’ Notate di valutare sopratutto quanta roba buttiamo via, quante spese inutili : ’2003- Stai Uniti ed Europa hanno speso-18 miliardi di dollari per prodotti di bellezza – 17 miliardi per cibo per animali da appartamento – 15 miliardi per profumi -14 per crociere oceaniche..’Siamo a questo punto …Da qui cominciate a capire che il problema lo abbiamo tutti fra le mani..Guardate che è un sistema questo, che ci sta portando alla morte, morte per fame, per guerre, del pianeta. E mi dispiace dirlo..guardate che questo sistema ci ammazza dentro, ci toglie l’anima..Avete sentitol’anno scorso alla vigili di Natale, il nostro presidente del consiglio cosa vi ha detto?’consumate..consumate’Ci riducono a cosa? A tubi digerenti.., e quando siete ridotti a tubi digerenti, non avete relazioni, correte dagli psichiatri perché siete infelici, perché non riuscite più…., ma smettiamola!Chiedete agli psichiatri, per favore, di curare il sistema!.. che non solo fa impazzire le mucche, ci fa impazzire tutti! E’ un problema di sistema, per favore!Ed è comunque un problema nostro! Direte : ma che possiamo fare?Guardate, prima di tutto, ritrovate la vostra dignità, ritrovate la dignità dei vostri volti!Voi non siete tubi digerenti! Siete volti unici e irripetibili! Buttate fuori quel senso di impotenza che avete.Guardate che la vera bomba atomica, non è quella che hanno costruito. Quella è peccato..La vera bomba atomica è per il bene e per il male di ogni uomo e donna.Guardate che abbiamo dentro, ognuno di noi , delle potenzialità incredibili..basta lasciarle esplodere, ritrovare la propria dignità.Chiaro che per recuperare il mio volto, devo recuperare il volto di mio fratello, ricco per me, perché differente da me.Qui, capite la gravità, perchè avete lasciato, e punto il dito così.., guardate che avete un parlamento che ha prodotto una legge così immorale come la Bossi-Fini; dico a voi, ma chi avete mandato in parlamento?Guardate, permettetevi di dire una cosa..non mi sarei mai aspettato dal popolo italiano una roba del genere..Perché siamo un popolo di emigranti, abbiamo 60 milioni di italiani all’estero! Guardate che se il Brasile o l’Argentina si dessero la Bossi-Fini…, domani avremmo qui 10/20 milioni di argentini con cognomi italiani ,che fanno fame! Ma siamo matti!!La gravità della Bossi- Fini e che non riconosce gli emigrati in mezzo a noi come soggetti di diritto. Li riconosce fintanto che servono al capitale e come mano d’opera, poi li rispediamo al mittente.Guardate che è di una gravità estrema.Sono questi i valori veri che neghiamo, quindi il valore del mio volto, del volto di mio fratello, che è ricco per me perché differente da me.Smettetela con questa storia dell’Islam, per favore.Ma non capite che vi stanno costruendo il nemico, che come ieri hanno usato i comunisti – non sto a difendere i comunisti, con tutto quello che hanno combinato all’est- ma è talmente ovvio che l’impero del male è la vera causa che ci ha fatto continuare ad armarci fino ai denti.Ma è chiaro che per dover armare, dovete avere il grande nemico. Ce lo stanno costruendo!NON entriamo, per favore, in queste trappole mortali..che sapete molto bene quando la religine entra in queste cose..è finita!Quindi l’importanza del volto..di mio fratello e di mia sorella..

Questo sistema è violento, anche perché patriarcale e maschilista; voi donne dovete rimanere fedeli alla tenerezza, e far diventare la tenerezza il nuovo principio vincente della società; soltanto così potremmo arrivare alla civiltà della tenerezza..è fondamentale questo.Capite che quello di cui abbiamo bisogno subito è di una rivoluzione spirituale, di una rivoluzione umana, di una rivoluzione antropologica..di quello che padre Calducci chiamava, dopo l’uomo sapiens, oggi deve nascere l’uomo planetarius. Insomma non ci sarà più l’uomo, è questa la sfida enorme che abbiamo fra le mani. Ecco perché è importante questo momento.Ho solo alcune conclusioni semplicissime e poi ripartiamo dal dibattito che sono ben felice di ascoltare.Come vi ho spiegato il sistema..quello che va, ora dobbiamo cominciare a prendere sul serio lo stile di vita. Non si può andare avanti come viviamo: spendiamo troppo, pensate al mangiare. Abbiamo un cibo talmente ricco che per chi fa lavori normalissimi, basterebbe un pasto al giorno. Poi dovete andare dal dottore, dal comune a farvi fare impianti sportivi..tutti che corrono..ma basta che mangiate di meno.Parte di questo è il problema della carne: guardate che la carne è una delle ragioni della fame nel mondo.Prendete l’Argentina; dicono i tecnici può produrre cibo abbastanza per tutto il mondo. Oggi c’è fame in argentina perché non produce cibo, produce cibo per animali: soia..queste cose. Queste vanno ad ingrassare i vitello, porci, vacche..che ingrassano noi. E’ il ciclo della carne, e fra questo avete il ciclo dell’acqua:1kg di carne/1000 litri di acqua; guardate che il 97% dell’acqua dolce è oggi utilizzato dall’agricoltura industriale.Vedete son cose semplicissime, ma son fondamentali, e su questo dobbiamo muoverci per darci da fare; notate l’importanza dello stile di vita, della sobrietà felice. Non sono qui a chiedervi di diventare dei musoni o dei monaci.. per carità.Guardate che non ve la godete neanche più, guardate i matrimoni: vi montano la testa a pensare che se non lo fate in un tale albergo, con tot pietanze o altro, non avete fatto un matrimonio.Fotografate la gente quando esce dall’albergo la sera: rincretiniti!..ma guardate se una giornata serve a portare la gente a robe del genere.Ho visto ragazzini sposarsi su un prato, qualche invitato e festa!Ma fate festa cavoli! Notate la bellezza della vita!Voi che siete qui al meridione, avete la gioia di vivere..Ma guardate che ci stanno castrando con le nostre stesse mani..È molto importante questo..So che avete una bottega, è importante potenziarla, che ci sia dietro una bella comunità, che sia un mezzo per far girare idee, per far incontrare persone..e fondamentale..e unitevi con le altre botteghe..Penso che a febbraio dovremmo essere finalmente in grado di aprire la banca etica a Napoli; sarà un passo enorme, importante. E’ la prima città del sud dove ci sarà la banca etica. Non i conti etici, ma la banca etica, dove voi deponete i vostri soldi e sapete esattamente dove vengono investiti, in quale maniera e quindi controllate quello che vi offre la banca etica.Ed è importante prepararsi a tutte queste cose, è fondamentale..Notate quello che a me preme..ora stiamo sudando..ma siete matti?! Ma è possibile che gente che vive di sole, debba vivere ancora con la luce elettrica!?Ma quand’è che vi muoverete con l’energia solare, quando?..è chiaro che i vostri politici non ve le faranno queste cose.Tocca a voi. Com’è che potete permettervi il ponte sullo stretto di Messina..per favore, non dite che è Berlusconi, è il cento sinistra che ha preparato quel problema li, cavoli!Guardate che sotto Salerno, non avete nemmeno il secondo binario del treno!e che sotto Lamezia terme vada almeno ad elettricità!Ma tocca a voi!Voi direte, ma che cosa possiamo fare noi?Guardate per favore ve lo dico sinceramente, io non ritornerò più a Nocera, se non – la punizione è chiarissima- sarò invitato da tutte le realtà di Nocera. Cioè è importante che cominciate a metterle insieme, credenti e no, ideologie diverse..l’importante è sapere che sono corpuscoli, cooperative, spezzoni di sindacato..che stanno lavorando per qualcosa d’altro. Basta questo, mettersi insieme e fare rete. Rete. Rete lillipuziana! Rete! È fondamentale. Guardate che non otterrete nulla , anche se andate sul vostro comune e siete 4 gatti.Ma se in calce ci sono 20/30 organizzazioni, cavoli! Son voti! Avete una forza immensa, usatela! Cominciate a lavorare insieme!So ,per esempio, che a Cava dei Tirreni ci sono gruppetti che lavorano assieme.Si può, non è difficile. Questo è il salto migliore.Ritengo che nasca lentamente una società civile organizzata, non società civile così..amorfa, ma società civile. Intendo con tanti gruppi, corpuscoli, che si mettono insieme, che si organizzano, che fanno rete e che diventano soggetto politico.Quando lo ho detto davanti a D’Alema si è incavolato e mi ha detto : . Ma dico, ogni cittadino è un soggetto politico, cavoli! Ma se un cittadino non è un soggetto politico, cos’è un soggetto politico. Ma è possibile che solo i partiti sono soggetti politici!!?Guardate che se noi vorremo forzare i nostri partiti a certe cose, per favore, io non so..noi ce la prendiamo tanto con il governo di Berlusconi.. ma non so dove saremmo arrivati con il governo di centro sinistra.Siamo talmente dentro al sistema militare, che non ci si stacca più.Ecco l’importanza della società civile che diventa soggetto politico, questa realtà che persegue obiettivi politici, che fa politica con la P maiuscola!Energia solare, no all’energia nucleare, trasporti pubblici..sono queste le scelte verso cui dovete porre l’Agro.Guardate che è dura fare tutti questi discorsi. La mia gente – e finisco- l’ultimo giorno che ho passato a Corococio, l’ultima sera, mi ha chiesto di venire in questa stanzetta per la preghiera;..circa 200 persone, mi hanno imposto le mani. Bellissimo. Mi son sentito 200 mani che pesavano..< Papà, dona il tuo spirito con forza a quest’uomo > sentivo che dicevano < dona il tuo spirito, perché adesso dovrà tornare, e ritornare , lo mandiamo noi, dalla sua tribù bianca, perché è la tribù bianca che ha bisogno di conversione e non le tribù dell’Africa >Ecco perché stasera sono qui, per aiutarvi.Ho fatto una giornata di digiuno a Taranto, siamo partiti alle otto, contro la basa USA che stanno preparando.Ad un cero punto mi dicono < padre Alex, sento che lei presto tornerà in missione >, e lo ribadivano.Ho risposto: < è la mia gente che mi ha mandato alla tribù bianca per convertirla >, poi ho salutato e me ne sono andato.Ecco perché sono qui stasera. Siamo tutti in questo giro e dobbiamo cominciare a pensare e a dibattere. A voi il resto.

Se sei arrivato fin qui, vuol dire che ti interessa ciò che Attac Italia propone. La nostra associazione è totalmente autofinanziata e si basa sulle energie volontarie delle attiviste e degli attivisti. Puoi sostenerci aderendo online e cliccando qui . Un tuo click ci permetterà di continuare la nostra attività. Grazie"